1955-1961
novembre 13, 2017
1965
novembre 13, 2017

Alighiero Fabrizio Boetti nasce il 16 dicembre a Torino, nel quartiere della Crocetta (corso Trento n. 5) in una famiglia aristocratica originaria di Fossano (Cuneo). I conti Boetti hanno perso i propri beni terrieri entro l’Ottocento e le successive generazioni si sono riqualificate in ambito urbano nelle professioni giuridiche. In effetti il padre, Corrado, è avvocato.

Alighiero Boetti con i suoi genitori, 1942-1943

La madre, Adelina Marchisio, è stata una promettente violinista, ormai dedita alla vita domestica, mentre sua sorella Elena conduce un’onorabile carriera di pianista e docente presso il Conservatorio della città. Con il fratello maggiore Gualtiero, Alighiero Boetti vive una prima infanzia poco felice, sfollati con la madre in campagna a Giaveno fino alla fine della guerra, mentre il padre è al fronte.

L’adolescenza, trascorsa nel dopoguerra, sarà una fase ancor più difficile segnata dalla separazione dei genitori, avvenuta nel 1949, e dal progressivo allontanamento del padre, che gli offrirà un sostegno molto limitato, non solo sul piano affettivo.

Alighiero frequenta la scuola elementare “Michele Coppino”, l’Istituto tecnico “Germano Sommeiller” e poi si iscrive mal volentieri alla Facoltà di Economia e Commercio, che presto abbandona.

Questo sito usa cookies per migliorare la tua esperienza. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi